venerdì 19 settembre 2014

Chi ben comincia #53

Buongiorno carissimi come state? Io sono a casa con l'influenza. Una sola settimana di asilo e mio figlio mi ha già portato a casa di tutto e così siamo tutti influenzati; praticamente casa nostra sembra un lazzaretto ahahahaha
Avevo quasi pensato di saltare l'appuntamento di oggi perchè non è che avessi molta voglia di mettermi al PC ma poi ho cambiato idea, perchè adoro la rubrica Chi ben comincia, ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri.


___________________________________________________

Per la puntata di oggi ho sceto di attingere tra i libri che mi sono stati regalati per il mio compleanno. Sono quindi andata nella mia libreria e quello che mi ha chiamato più degli altri è stato Intenso come un ricordo di Jodi Picoult, edito da Corbaccio.

REGOLE:

- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti


Mio padre mi aveva affidato i dettagli della sua morta. "Ania" diceva, "niente acquavite al mio funerale. Voglio il miglior vino di more. E ricordati, niente lacrime. Solo balli. E quando mi caleranno nella terra, voglio una fanfara di trombe, e farfalle bianche." Un bel tipo, ecco chi era mio padre. Era il fornaio del villaggio, e tutti i giorni, oltre alle pagnotte per i clienti, mi preparava un panino dolce tanto squisito quanto unico: intrecciato come la corona di una principessa, nel cui impasto si mescolavano la dolcezza della cannella e il cioccolato più intenso. L'ingrediente segreto, diceva, era il suo amore per me, e questo gli dava un sapore più buono di qualsiasi altra cosa che avessi mai mangiato. 
Vivevamo ai margini di un villaggio così piccolo che tutti si conoscevano per nome. La nostra casa era fatta di pietre del fiume, con un tetto di paglia; il focolare dove mio padre cuoceva il pane riscaldava anche le stanze. Io sedevo al tavolo della cucina, sgusciando i piselli che coltivavo nel piccolo orto sul retro, mentre mio padre apriva lo sportello del forno di mattoni e faceva scivolare dentro la pala, per poi estrarne croccanti pagnotte rotonde. Le braci rosse scintillavano, delineando i muscoli forti della sua schiena coperta di sudore sotto la casacca. "Non voglio un funerale d'estate, Ania" mi diceva. "Invece fai in modo che muoia in una giornata fresca, quando c'è una bella brezza. Prima che gli uccelli volino a sud, così potranno cantare per mi."
Io fingevo di prendere nota delle sue richieste. Quella macabra conversazione non m'infastidiva: io padre era troppo forte perchè io potessi prendere sul serio simili raccomandazioni.

___________________________________________________

Questo incipit mi incuriosisce molto. Mi piacerebbe sapere subito cosa succederà al padre di Ania ed alla stessa ragazza, perchè qualcosa deve succedere per forza! Ho letto un solo libro della Picoult - 19 minuti - e mi era piaciuto tantissimo, quindi mi aspetto molto da questo nuovo romanzo.
E voi cosa ne pensate? Avete letto questo o altri libri della Picoult? E' un'autrice che vi piace? E questo incipit come vi sembra?
Come sempre sarò felicissima di rispondere ai vostri commenti e di leggere i vostri incipit se vorrete condividerli con me!
Vi auguro un buon fine settimana ricco di letture meravigliose!

4 commenti:

  1. Ce l'ho che mi aspetta praticamente da quando è uscito... però non ne avevo letto l'incipit *__* davvero molto bello e suggestivo! Ma devo prepararmi psicologicamente e essere dell'umore per leggere di nuovo la Picoult XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io dovrò attendere il momento giusto!!! :)

      Elimina
  2. Ciao Dani!! Ahahha Cavolo,casa tua un lazzaretto?? speriamo che guarite tutti in fretta!
    Questo libro l'ho letto, molto profondo!! non è leggero, ha bisogno del suo momento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììììì Leda!!!! Giovedì e venerdì eravamo tutti e tre a letto, senza forze! Ma oggi va bene, tutti guariti e speriamo duri perchè con questo asilo siamo sempre dentro!!!
      Immagino non sia leggero...attenderò un po' ma lo leggerò di sicuro! :)

      Elimina