giovedì 2 ottobre 2014

Chiacchiere, chiacchiere, bla bla bla... #3

Buongiorno a tutti. Come potete vedere sono qui per chiacchierare con voi, senza uno scopo ben preciso.
L'idea di scrivere questo post mi è venuta mentre finivo di leggere qualche giorno fa Splendore che ho letto in edizione Flipback. Credo che ormai tutti sappiate cosa sono, ma magari non tutti tra voi hanno provato a leggerne uno.
Parto dal dire che, se non me lo avessero regalato, non so se ne avrei mai comprato uno per diverse ragioni e per uno scetticismo iniziale che mi portava a guardarli dall'alto in basso. Lasciatemi dire che è proprio vero il detto "l'abito non fa il monaco" perchè dopo averne letto uno posso asserire che l'ho assolutamente adorato! In questo post vi darò le mie ragioni per amare un flipback e le mie ragioni per disprezzarlo, ovviamente impressioni assolutamente personali scaturite durante la lettura.


Cominciamo dalle ragioni per disprezzarlo:
  1. Non è assolutamente vero che le pagine si riescono a girare solamente utilizzando il pollice a meno che voi non abbiate un pollice come le lingue dei gatti - e spero davvero che voi non lo abbiate!!!! ahahahahha
  2. Le pagine sono un po' troppo trasparenti, simili alle veline dei vecchi album di fotografie quindi facilmente spiegazzabili - anche se devo dire la verità, prima di cominciare a leggere ero sicura che sarei arrivata alla fine con qualche parte del libro staccato e invece no!!!
  3. Non c'entra con la lettura ma quando ci penso comunque mi manda in bestia: non si può pagare un cosino del genere 12 euro quando il cartaceo normale magari ne costa 16, no no no!!! A meno che non ci si butti sulle trilogie (ho visto ad esempio quella di Hunger games in un unico libro allora in quel caso può essere un bel risparmio!).
  4. Se hai un bambino di 4 anni e lo lasci in giro sei fregato! Non è assolutamente adatto al modo di sfogliare le pagine di un piccolo nanetto con la manualità di un orso!
  5. Se lo si mette in borsa senza infilarlo in qualche taschina può essere fatto a pezzi nel giro di 5 minuti - che poi non so voi...ma io nella mia borsa ho davvero di tutto che Mary Poppins potrebbe veramente avere invidia!!!
Ed ora le ragioni per amarlo
  1. Da aperto è più piccolo di un e-reader ma è comunque di carta quindi una grande compattezza abbinata  alla gioia dello sfogliare le pagine!
  2. Si può leggere - spaparanzati sul divano, totalmente sommersi da una calda copertina di pile - appoggiandolo sulle gambe e lui resterà lì, aperto, come per magia, senza necessitare di una nostra mano se non al momento di dover girare la pagina (un po' come un e-reader)!
  3. Poter avere in mano un librettino così pensando che possa contenere una trilogia credo sia una cosa fantastica!
  4. Si infila in tasca facilmente quindi lo si può leggere veramente ovunque, in fila alla cassa del supermercato, fuori dalla scuola in attesa del nanetto orso di cui sopra, in fila alle poste ed anche in coda al semaforo mentre si è in macchina (fidatevi l'ho provato ed è fantastico!!!!)
  5. E' leggero e maneggevole e, nonostante io non sia riuscita a girare pagina solo con il pollice, è comodissimo da tenere in mano, con una mano sola, quindi comodissimo per chi come me legge mentre fa qualsiasi cosa!
  6. Occupa poco spazio in libreria ma è lì, concreto, in "carta e ossa" mi verrebbe da dire! Pronto per essere esibito in qualsiasi conversazione libresca.
  7. Assolutamente adatto per forma, dimensione e peso alle nostre borse da Mary Poppins - l'importante è ricordarsi in quale tra le mille taschine lo si infila per evitare ogni volta una caccia al tesoro!!! ;)
  8. La posizione del libro in orizzontale è un valore aggiunto mentre lo si legge, perchè i metodi per tenerlo in mano sono molteplici ed ognuno può sperimentare il proprio!
  9. La cover ha una speciale rinforzatura interna che la fa risultare meno rovinabile rispetto a quelle dei libri con copertina rigida!
  10. Mio figlio di 4 anni dice che questi tipi di libri sono "veramente bellissimi"... parola sua!!!! :))))

Come vedete sono riuscita a trovare molte più ragioni positive rispetto a quelle che negative che - a parte quella del prezzo - ritengo veramente siano superabili e non particolarmente urtanti. Quindi - e fa strano pure a me sentirmelo dire visto il mega scetticismo iniziale - viva i flipback!!!!!
Voi cosa ne pensate? Ne avete mai letto uno? Vi è piaciuto? Ditemi la vostra, se vi va!

24 commenti:

  1. Personalmente, mi fido delle parole del tuo bimbo: vi propongo un post scritto a quattro mani. Magari lui detta e papà, che è veloce, scrive? :D Come ti dicevo in chat, ho letto Bianchini in questo formato e non è stata per nulla una brutta esperienza. Certo, è carissimo, ma non occupa nulla: a prezzi più convenienti, nella mia libreria ne avrei a tonnellate... con lo spazio minuscolo che occupano, poi! Mondadori, su: magari pubblicate romanzi non nuovissimi, ma economizzatevi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io se costassero meno riempirei la libreria, perchè anche esteticamente hanno il loro perchè!!!! Tipo...la century trilogy di ken follett se la facessero tutta in un unico volume la prenderei! O quelle di Zafon!
      ahahahahah Mik chissà, magari quando sarà più grande!!!
      La gioia più grande è quando se ne esce con queste cose senza che nessuno glielo chieda, quando mentre leggo per dispetto mi clicca sullo schermo del Kindle perchè sa che mi farà cambiare pagina o quando atteggiandosi come un adulto ci garda e ci dice: mmmmm interessante! ahahahahahahah è la nostra gioia!!!! ;)

      Elimina
    2. Mi accodo al pensiero di MIK.. questi prezzi sono troppo ALTI! Dovessero abbassarli un po' ci farei un pensierino!

      Elimina
  2. Anche io mi sono trovata molto bene con i flipback. Ho letto L'ombra del sicomoro di Grisham e non mi sono trovata per niente male. Lo comprai per curiosità, considerando che il titolo che il titolo mi interessava. Inizialmente non ero molto convinta della comodità: ho passato circa un'ora per capire se ero io scema o se era impossibile sfogliare con facilità le pagine. Dopo essermi messa il cuore in pace, l'esperienza di lettura è stata sorprendentemente piacevole e veloce. Lo consiglierei a chiunque :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah anche io ho fatto fatica all'inizio per capire come tenerlo e come fare a girare le pagine con il pollice... poi ho rinunciato e tutto è andato meglio! Speriamo abbassino un po' i prezzi!

      Elimina
  3. Ho sempre voluto provarne uno ma non l'ho mai fatto.. Penso mi butterò sulle trilogie, per il rapporto qualità-prezzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è una scelta saggia!!!! :)))

      Elimina
  4. Io non l'ho mai preso perchè le pagine mi paiono troppo fine e non so quanto tempo durerebbe in mano mia o meglio nella mia borsa 0.o e mi dispiacerebbe rovinarlo o peggio strapparlo in poco tempo così facilmente e poi maggiormente per il prezzo.. proibitivo! Costa come un cartaceo normale e a quel punto mi compro quello. Ero tentata di provare con la trilogia di Hunger games e un latro libro di cui non ricordo ne il titolo ne l'autore so solo che era celestino scuro ahahhahahhahah XD vedremo magari lo infilo nella "lista " dei desideri di compleanno e Natale a dicembre ;p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io avevo quel pensiero iniziale sulle pagine leggerine invece ti dirò che ha resistito alla borsa, al mio nano orso e al mio indicibile disordine!!! :P
      Si stropicciano ma non si spezzano!!! ;)

      Elimina
  5. Guarda un po' le coincidenze! Il giorno in cui sono andata a Cremona ad acquistare il libro di Glenn Cooper, ho avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con la libraia. Tra l'altro mi permetto di aprire una piccola parentesi: se siete di Cremona (o limitrofi), la ragazza in questione è davvero brava, gentile, disponibile ed è una che di libri ne capisce sul serio. Il nome della libreria non lo faccio per non fare pubblicità, ma diciamo che è proprio in pieno centro e fa parte di una delle più grandi catene presenti in Italia!
    Detto questo, come ti dicevo, abbiamo chiacchierato un po' e uno degli argomenti è stato proprio il tanto amato-odiato Flipback. E, con mio grande stupore, lei mi ha detto che molti dei suoi clienti lo adorano; anzi, che anche lei ne è entusiasta. Le piace la compattezza che lo rende realmente tascabile e non "tascabile" per definizione; le piace il fatto di poterlo tenere con una sola mano e che, nonostante la compattezza, il carattere non sia troppo piccolo da causare difficoltà durante la lettura. E anche lei mi ha confermato che ciò che più frena la gente dall'acquistarlo è proprio il prezzo. Un esempio: il nuovo di Ken Follett, con la promozione indetta dalla Mondadori che ha applicato sin da subito uno sconto del 25%, costa 18.75 € nella versione classica e 17 € in versione flipback. Ovviamente, qualunque mente normale si pone la più classica delle domande: che senso ha un solo euro di differenza? E, infatti, anche lei mi ha confermato che i flipback che si vendono maggiormente sono quelli che contengono più di un libro: Luca Bianchini o le varie trilogie.
    Io, personalmente, ho avuto modo di testarlo al Salone del Libro e resto del mio parere: non mi piace. Non credo che ne acquisterò mai uno e non credo neanche che mi piacerebbe ritrovarmelo in libreria. Inoltre, io che, come sai bene, sono una che divora libri dalla mattina alla sera, preferisco di gran lunga mettere in borsa il mio adorato Kobo, così che se dovesse capitarmi di terminare un libro mentre sono in giro, potrei immediatamente iniziarne un altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho detto nella premessa al post, se non me lo avessero regalato non credo ne sarebbe mai entrato uno in casa mia! E invece sbagliavo...
      Anche io lo avevo provato a maneggiare in libreria e il mio scetticismo arrivava proprio da quello ma leggerlo è diverso...ci vuole un po' per entrarci in sintonia quando lo si tiene in mano per la prima volta! Anche io adoro il mio kindle ma continuo comunque ad adorare la carta e questa è una bella idea per avere in mano qualcosa come un e-reader ma che sia di carta! Se ti capita sconfiggi la reticenza e provalo!!! ;)

      Elimina
  6. Ciao!
    Li ho visti in libreria e.... vade retro!!! ahahah sono scettica come lo eri tu prima che te lo regalassero, tra l'altro avendo il Kindle sono appagata, mi porto dietro una libreria! Lo tengo in una mano, "giro le pagine" con il pollice (sìììì), è leggero ed entra nelle nostre borse ;-)
    Non lo so, magari prima o poi cadrò in tentazione, chi lo sa, anche se, vedendo un flipback di sfuggita, mi è sembrato che fosse scritto con caratteri molto piccoli, o sbaglio?
    Un abbraccio e buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro il mio Kindle ma sai che come comodità di lettura è leggermente meglio? Meno pesante! Ovviamente un flipback non può contenere i mille mila libri che ho dentro il mio kindle!!! :P
      Comunque, ti dirò...avessero costi più consoni li preferirei agli altri formati cartacei!

      Elimina
  7. Avessero titoli che non ho già e che mi interessassero e costassero la metà ne avrei preso sicuramente qualcuno. Sì ok che scassabolle che sono, e poi? Cosa voglio ancora? Ahahah XD ma in fin dei conti soldi son soldi!
    Ecco il fatto che stiano aperti da soli mi da un gran sollievo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Michy, i soldi sono soldi e allo stesso prezzo più grosso è più bello!!! ahahahahahahah

      Elimina
  8. Ok, ecco le mie conclusioni:
    - lo comprerò se troverò un doppio libro o una trilogia interessante
    - lo terrò lontano dalla mia bimba :D
    Grazieee Dany!

    RispondiElimina
  9. io ho letto (sotto tuo consiglio) Luca Bianchini con Io che amo solo te e La cena di Natale in questo formato. A parte che i libri mi sono piaciuti, quindi aiuta, mi sono trovata proprio bene e i pregi che hai detto ci sono tutti, aggiungerei anche che a differenza dell'ebook questo lo puoi prestare. Ho speso 12 euro per due libri che è esattamente quando li avrei pagati in digitale quindi sono rimasta contenta e a chi l'ho prestato è piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Chiara! Il fatto di poterli prestare è un altro bellissimo pregio!
      Poi...Bianchini è sempre Bianchini e sarebbe bello anche scritto sulla cartaigienica aahhahahahahahahh...non sono di parte eh??? :P

      Elimina
  10. Ciao a tutti, io leggo con kobo e cartaceo, questo formato non l'ho provato quindi non sono in grado di dare un parere, l'ho toccato con mano in libreria, la carta è sottile e si sfoglia bene. L'unica cosa che mi ha frenato dal comprarlo è il prezzo, secondo me alto rispetto ad un normale formato di libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che il problema del prezzo si lo scoglio per tutti! E credo anche che se costassero meno, almeno una volta i lettori lo avrebbero provato come formato! Come azzeccare un prodotto ma non la sua distribuzione...peccato!

      Elimina
  11. La mia esperienza di lettura con il formato flipback ha inizio con "Ciò Che Inferno Non E' " di Alessandro D'Avenia. Devo confessare di aver acquistato il libro in questo formato per curiosità. Copertina rigida, carta di buona qualità, ottima stampa, segnature cucite con un filo di puro cotone sono le caratteristiche salienti di questo mini libro. E' comodo, leggero, non occupa molto spazio. E' stata un'esperienza positiva, certo il prezzo rimane alto: un costo inferiore sarebbe un'ottima occasione di lettura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su tutto!
      Capisco la necessità della casa editrice di stare nei costi ma chiunque capirebbe che allo stesso prezzo o quasi della versione rilegata questi libri non hanno futuro, se non per le trilogie in un unico libro!

      Elimina