giovedì 8 ottobre 2015

Shopping letterario #34

Buongiorno carissimi, come state? Io sto passando un periodo incasinatissimo e trovare il tempo per leggere e per seguire il blog sta diventando un'impresa ma spero sia solo un momento di passaggio!
Oggi torno con una rubrica di shopping letterario visto che domenica ho fatto un'incursione in libreria ed ho approfittato dello sconto del 25% che c'era sui libri Neri Pozza! Come sempre minima spesa, massima resa!!!! :)


  • Strane creature di Tracy Chevalier edito da Neri Pozza, 287  pagine.
Trama: È il 1811 a Lyme, un piccolo villaggio sulla costa meridionale inglese. Le stagioni si susseguono senza scosse in paese e il decoro britannico si sposa perfettamente con la tranquilla vita di una provincia all'inizio del diciannovesimo secolo. Un giorno, però, sbarcano nel villaggio le sorelle Philpot e la quiete è subito un pallido ricordo. Vengono da Londra, sono eleganti, vestite alla moda, sono bizzarre creature per gli abitanti di quella costa spazzata dal vento. Margaret, diciotto anni, riccioli neri e braccia ben tornite, sorprende costantemente tutti coi suoi turbanti verdolini sconosciuti alle ragazze di Lyme, che se ne vanno in giro ancora con grevi vestiti stile impero. Louise, meravigliosi occhi grigi e grandi mani, coltiva una passione per la botanica che è incomprensibile in quel piccolo mondo dove alle donne è dato solo di maritarsi e accudire i figli. Ma è soprattutto Elizabeth, la più grande delle Philpot, a costituire un'eccentrica figura in quel paesino sperduto sulla costa. Ha venticinque anni. Dovrebbe comportarsi come una sfortunata zitella per l'età che ha, ma se ne va in giro come una persona orgogliosamente libera e istruita che non si cura affatto di civettare con gli uomini. In paese ha stretto amicizia con Mary Anning, la figlia dell'ebanista.

  • L'innocenza di Tracy Chevalier edito da Neri Pozza, 360 pagine.
Trama: È il 1792 a Londra, e il traffico è intenso in Hercules Buildings: ventidue case a schiera di mattoni con un piccolo giardino sul davanti e un pub a ciascuna estremità della strada. Nel trambusto di carrozze, cavalli e barrocci, grida di pescivendoli, venditori di scope e fiammiferi, lustrascarpe e calderai, Jem Kellaway, un ragazzo col viso allungato, gli occhi azzurri infossati e i capelli biondo-rossicci, trasporta all'interno del numero 12 una sedia Windsor dopo l'altra. È il mese di marzo e il caldo e il rumore sono insopportabili. Jem esploderebbe certamente di rabbia e stanchezza se d'improvviso non calasse una strana pausa di silenzio sulla strada e la signorina Pelham non si zittisse e Maggie non smettesse di fissarlo. Seguendo il suo sguardo, il ragazzo scorge un uomo attraversare la via. Robusto, la faccia larga, la fronte spaziosa, gli occhi grigi e la carnagione pallida, vestito semplicemente, camicia bianca, brache, calze e giacca nere, e un bizzarro berretto in testa, un bonnet rouge, il copricapo con la coccarda blu, bianca e rossa della Rivoluzione francese. È uno degli abitanti più noti degli Hercules Buildings: William Blake, l'artista, il poeta che stampa "strani libretti" e inneggia alle idee che incendiano il paese dall'altra parte della Manica.

Lo so, i miei acquisti sono stati monotematici ma quando ho visto questi due romanzi della Chevalier in edizione economica non ho proprio saputo resistere visto che di questa autrice possiedo già, in edizione identica, La ragazza con l'orecchino di perla che ho letto lo scorso anno - recensione qui.
Le trame di entrambi i libri mi ispirano tantissimo e poi in libreria staranno benissimo! hihihihihi
Cosa ne pensate? Conoscete questa autrice?

12 commenti:

  1. Ciao Dany della Chavalier ho letto quasi tutto! Mi piace il suo stile narrativo e le sue storie. Strane creature racconta la storia vera di Mary Anning, molto interessante...curiosa di conoscere il tuo parere!!! A presto Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh grazie per questa informazione Rosa, non sapevo fosse tratto da una storia vera!adesso sono ancora più curiosa!

      Elimina
    2. Sul mio blog ho dedicato un intero post parlando dei luoghi dove Mary Anning ed Elizabeth cercano i fossili. Le loro scoperte sono state di grande aiuto in campo scientifico. Ti lascio il link del mio post per saperne di più:
      http://incantodeilibri.blogspot.it/2015/09/viaggiando-nei-libri-1-strane-creature.html

      Elimina
    3. Grazie, verrò sicuramente a sbirciare! :)

      Elimina
  2. Adoro la Chevalier e tu lo sai bene. E adoro i Neri Pozza, anche questo sai! Begli acquisti!

    RispondiElimina
  3. Sono curiosissima di sapere cosa ne pensi di "Strane creature": io l'ho trovato meraviglioso e ho amato particolarmente le due protagoniste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra i due devo confessare che Strane creature è il libro che mi incuriosisce di più per quel mistero di fondo che sembra esserci! Ti farò sapere!

      Elimina
  4. Non vedo l'ora di leggere anche io Strane creature !! Un altro libro della Chevalier che ho amato molto è Quando cadono gli angeli , anzi credo sia proprio il mio preferito!! Molto interessante anche La dama e l'unicorno , in particolare per l'arte degli arazzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena li troverò in edizione economica saranno miei! ;)

      Elimina
  5. Ho letto Strane creature qualche anno fa e mi è piaciuto molto, è interessantissimo ^.^ spero piacerà anche a te! L'altro, invece, devo ancora leggerlo e mi ispira moltissimo, anche perché amo come scrive questa autrice!

    RispondiElimina