giovedì 18 maggio 2017

Leggendo SerialMente - Gruppo di Lettura #2 - Settima tappa



Buongiorno carissime, eccoci di nuovo qui, a commentare insieme la prima parte de La biblioteca delle anime, di Ransom Riggs edito da Rizzoli, terzo libro della saga di Miss Peregrine. Scusateci per gli spostamenti delle tappe tra i blog che abbiamo avuto nelle ultime settimane ma purtroppo quando abbiamo suddiviso le tappe non potevamo sapere quello che nei mesi a venire sarebbe successo. Dalla prossima tappa dovrebbe tornare tutto come il programma originale!!!


Prima di passare allo spoiler senza freno ci ricordo la suddivisione dei volumi:

LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI
06 aprile 2017 - Un libro per amico: commento da pag. 0 a pag. 150 (i primi 5 capitoli). - Link qui
13 aprile 2017 - Un libro per amico: commento da pag. 153 a pag. 263 (fino cap. 8 compreso). - Link qui
20 aprile 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag. 267 a pag. 378, ovvero fino al termine del romanzo. - Link qui




HOLLOW CITY
Ci comportiamo come se la trilogia fosse raccolta in un unico volume, quindi abbiamo appena terminato il volume uno ma senza ulteriori presentazioni iniziamo a leggere il secondo.
27 aprile 2017 - Un libro per amico: commento da pag. 19 a pag. 168, (fino capitolo 5 compreso) - Link qui
04 maggio 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag. 171 a pag 312 (fino capitolo 10 compreso) - Link qui
11 maggio 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag. 315 a pag. 430 (fine libro). - Link qui

LA BIBLIOTECA DELLE ANIME
18 maggio 2017 - Un libro per amico: commento da pag. 17 a pag. 164 (fino al capitolo 3 compreso).
25 maggio 2017- Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 167 a pag. 300 (fino al capitolo 6 compreso).
01 giugno 2017 - Desperate Bookswife: commenteremo da pag. 303 a pag. 488 (fino alla fine del libro).





I RACCONTI DEGLI SPECIALI
08 giugno 2017 - Un libro per amico: commenteremo fino al capitolo intitolato Cocobolo escluso
15 giugno 2017 - Desperate Bookswife:  commenteremo insieme dal capitolo intitolato Cocobolo (incluso) a fine libro.






ATTENZIONE SPOILER!!!!!


Fatemi dire prima di tutto una cosa: avete tolto la sovra copertina del libro???? Se la risposta è no, correte a farlo. Se la risposta è sì… ma quanto è bella la cover rigida con tutte le firme che avete trovato sotto? La adorooooooo!!!
Ora torno seria.
Avevamo chiuso il secondo libro con Jacob, Emma ed il cane Addison alle prese con un vacuo, mentre i loro amici speciali venivano catturati portati via dal fratello di Miss Peregrine. Riprendiamo la lettura da questo punto, con il vacuo quasi ipnotizzato.
Il potere di Jacob prende sempre più forza tanto che a cavallo tra il secondo ed il terzo libro scopriamo insieme a lui che non ha solo la capacità di vedere i vacui e di sentirne la presenza da lontano – cosa che gli altri non possono fare – ma riesce anche a comandarli, parlando una lingua a lui ignota.
L’ambientazione iniziale è ancora Londra, ed ancora al presente, tanto che Jacob riflette su come sia stato possibile per lui passare da un anello all’altro senza l’aiuto di Miss Peregrine. Una riflessione che per il momento non trova risposta… che sia Jacob il primo ymbryne uomo esistente????
Anche in questo libro il viaggio continua, visto che i tre sono decisi a ritrovare i loro amici. Prendono la metropolitana con il vacuo alle calcagna e si ritrovano prima in una Fiera del fumetto – cosa che ho trovato un po’ tirata in quanto a credibilità – e poi all’ingresso di un nuovo anello. Un anello in cui entrano grazie all’aiuto di uno strano traghettatore, Sharon, un po’ Caronte e un po’ Cicerone di cui non è semplice capire se fidarsi. Grazie a lui e alle sue gite sul fiume in barca, a pagamento, riescono ad entrare a Devil’s Acre un anello tutt’altro che accogliente dove le case sono devastate, le persone – speciali e non – per niente amichevoli e dove, scopriranno, sono stati portati i loro amici.
Devo dire che le prime centinaia di pagine di questa prima parte l’ho trovata leggermente più lenta e meno appassionante rispetto ai libri precedenti. Il traghettamento l’ho trovato un po’ lungo e noioso. Mi è quasi sembrato che l’autore allungasse un po’ il brodo con le descrizioni per prendere tempo. Poi invece ho avuto l’impressione che si riprendesse dall’arrivo nella parte dell’anello chiamata Louche Lane, una zona perfettamente tenuta con negozi apparentemente normali ma che racchiudono, in realtà, una situazione terribile: la vendita degli Speciali al miglior offerente.
Mi è sembrata geniale la trovata degli Speciali venduti in vetrina, tipo prostitute ad Amsterdam, anche in questo caso Riggs credo sia riuscito a far riflettere su una questione molto lontana rispetto ai libri che ha scritto, ma assolutamente paragonabile ad essi. Fino ad ora questa è la caratteristica di questo autore che più preferisco!
Mi chiedo cosa sia la biblioteca delle anime, se ci sarà un riferimento palese all’interno del libro o come in Hollow city sarà solo un lontano richiamo alla questione ma non ce lo dirà mai apertamente. Diciamo che qui Sharon ha fatto un chiaro riferimento alla severità delle biblioteche di Devil’s Acre i cui libri sono ricoperti con pelle umana, ma chissà se ci inoltreremo ancora di più nella questione…
Un anello strano quello che ci presenta l’autore in questo libro, in cui i negozi sono raggruppati per isolati in base al genere, e in cui si passa all’improvviso da zone curatissime quasi accoglienti a zone devastate e sporche. Attreversando questo paesaggio assurdo, che gli riserva anche incontri bizzarri, Jacob, Emma ed Addison raggiungono finalmente il ponte per arrivare alla fortezza degli Spettri. Sanno che non sarà facile entrarci ma non immaginano neanche quanto. Il ponte non è finito e sotto di esso un vacuo è in attesa per attaccare chiunque provi ad oltrepassare il vuoto che divide la fine del ponte alla fortezza, un vacuo che Jacob non riesce a comandare. Come mai non ci riesce? Per quale strana ragione? Non faccio altro che chiedermelo. Non ci viene svelato in questa tappa ma sono sicura che lo scopriremo andando avanti.
Un altra cosa stranissima che non ci viene svelata è la questione fiale: sul ponte dei barboni aspettano - praticamente come dei drogati in astinenza - che gli spiriti di passaggio gli diano le famose fiale. Che siano le anime degli Speciali? Ho avuto questa idea sperando di scoprirlo ma niente, anche per questo dovremo aspettare.
Finiamo la parte con Addison che riesce ad agganciarsi alla parte inferiore della camionetta su cui ha riconosciuto l'odore di Miss Wren, camionetta che per attraversare il ponte vola letteralemente, sorretta dalle lingue del vacuo.
Cosa farà Addison quando sarà dentro? Come faranno Emma e Jacob ad entrare ed aiutarlo?
Che ruolo avrà Sharon nella lotta agli spettri? Troppe domande cui ancora dobbiamo dare una risposta quindi io lascio a voli la parola e mi ributto nella lettura!!!
Vi ricordo che la prossima tappa sarà il 25 maggio ancora qui e commenteremo fino al capitolo 6 compreso.

18 commenti:

  1. Eccomi ragazze!
    Devo dire che in questa prima parte, in cui i protagonisti sono ormai soltanto Jacob, Emma e Addison, speravo che sarei riuscita ad apprezzare di più Emma, ma questo purtroppo non è accaduto. Cerco di farmela piacere, davvero, ma non ci riesco proprio. Chi invece mi è piaciuto da pazzi, anche se ammetto che non è uno stinco di santo, è Sharon. Un personaggio riuscitissimo, tosto ma anche capace di gesti di bontà, nonostante abbia una reputazione di "duro" da mantenere! Per quanto riguarda il nuovo potere di Jacob, io credo che riuscisse a comunicare meglio con l'altro vacuo perché quando Jacob l'aveva trovato congelato e avrebbe potuto ucciderlo aveva invece scelto di risparmiarlo... credo che fosse in qualche modo riconoscente per questo, seppur sempre bestiale. Per il resto, ho poco da dire: continuano le peripezie dei nostri eroi, ma mi piacerebbe che si cominciasse a "quagliare" arrivati a questo punto. Spero che nella prossima parte Riggs cominci ad accontentarmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho trovato Emma in questa parte particolarmente snervante, soprattutto nel momento in cui si è accorta che Jacob non riusciva a fermare il vacuo. Per la serie... Tanto amore finché hai un potere figo...
      Concordo con te su Sharon, bel personaggio che spero possa avere un ruolo anche in futuro!

      Elimina
    2. Quel che è bello.. lei può avere botte di matto tipo sclerare con Lorraine, Jacob no, non deve dare di matto se non serve!

      Elimina
  2. Questo terzo volume è più lento dei precedenti, anche per me la parte descrittiva del secondo capitolo poteva essere ridotta, un accenno per contestualizzare ci sta ma così è troppo, soprattutto perché siamo rimasti con il fiato sospeso dal libro scorso e vorremmo arrivare subito a scoprire qualcosa di più. L'assenza degli altri Speciali si sente, il trio formato da Jacob, Emma e (il mitico) Addison secondo me non regge la scena e un po' annoia. Molto interessante il personaggio di Sharon, oscilla costantemente tra il bene e il male ed è particolarmente misterioso: cosa nasconde di così orribile sotto il cappuccio del mantello da far addirittura svenire di terrore chi lo guarda?
    Io spero che la biblioteca delle anime del titolo diventi protagonista del libro, l'accenno c'è stato e non vorrei che rimanesse solo questo, sarebbe una svolta anche se al momento proprio non riesco a immaginare come potrebbe incastrarsi nella storia.
    Le fiale che i barboni chiedono sul ponte credo siano di ambrosia, però non ho capito né perché le reclamino né chi e a quale scopo le fornisca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti anticipo niente perché sono già andata un po'avanti ma direi che potremo ritenerci soddisfatte! ;)

      Elimina
  3. Ciao a tutte le lettrici del GdL!
    Ehm io sono un po' controcorrente perchè Emma, proprio x questa responsabilità che ha preso sulle proprie spalle, dimostra una forza d'animo e un carattere da leaDer non da poco. Ha tutte le caratteristiche per una Ymbryne con i fiocchi.
    Evvaiiiiii, finalmente il signorino Portman riluce di vita propria con questa facoltà di parlare/comandare i Vacui.
    Sono ancora qui che spero, nonostante sia un mostro, che il "suo" vacuo non sia veramente morto...
    Ci sono dei tratti in cui effettivamente si procede velocissimi, ma alcune volte il ritmo rallenta e - come dice Nadia - speriamo che l'autore arrivi presto al dunque senza dilungarsi ancora troppo in giri viziosi e controproducenti.
    E poi che dire, tra una Londra dickensiana e una citazione dEl maestro Tolkien: via si va e ci incontriamo la prox settimana!
    Ciao, Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Emma sarebbe una perfetta ymbryne anche se la vorrei meno egoista con Jacob. Secondo me lei è comunque e sempre legata ad Avere!

      Elimina
  4. Ho cominciato a leggere questo terzo libro con grande curiosità, trascinata dagli eventi del secondo, e dal fatto che avevamo lasciato Jacob ed Emma isolati rispetto agli altri Speciali presi prigionieri dagli spettri. Purtroppo per il momento non mi sta coinvolgendo tanto, lo trovo piuttosto lento e siamo ad un terzo del libro e ancora Jacob e Emma e Addison sono fermi nel limbo di Devil's Acre. E' vero che ci sono dei momenti molto interessanti e particolari, vedi l'incontro Sharon (personaggio che mi incuriosisce non poco) e con gli speciali in vetrina e il racconto della brutta avventura di Emma da ragazzina, è vero che siamo ancora praticamente all'inizio della nuova avventura, ma mi piacerebbe che l'autore accelerasse un po' i tempi..insomma nel mio caso, la curiosità mi sta uccidendo!

    RispondiElimina
  5. Ammetto che anch'io mi sono annoiata abbastanza con questo volume anche se di roba ne accade (girano mezza Londra), almeno riguardo a rintracciare Spettri e Speciali, poi perché mi sia risultato lento non so.
    Io credo che l'ymbryne possa essere sia Jacob che Emma. Secondo me poi Jacob non riesce a creare un contatto col nuovo vacuo perché con l'altro ha avuto tempo di osservarlo, creare un contatto visivo e fisico poiché il più pericoloso era bloccato. Ma la chiave, diceva nonno Abe, è non aver paura. Non combattere il dolore e il nipote deve ancora imparare a farlo.
    Anche secondo me le fiale hanno a che fare con le anime degli speciali. Magari scarti visto che ho capito che è difficile estrarle ed è pure poca roba (sto maledetti di spettri). Certo è che è inquietante.
    E che dire del degrado? Fa molto favelas o bidonvilles, non il top purtroppo. Con l'aggiunta delle vetrine alla Amsterdam c'è stato il tocco di classe. Triste, ma vero, situazioni cui non si pensa perché lontane da noi.
    Adesso non possiamo non dire che il gioco non si faccia duro. Almeno hanno Sharon. Certo, all'inizio mi fidavo zero anche se mi piacevano sarcasmo ed antipatia, ma per averli cercati e difesi un motivo lo avrà e spero sia positivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che a Riggs la fervida fantasia non manca!!

      Elimina
  6. Che dire, mi sto annoiando. Spero tanto che Questo lungo viaggio alla ricerca di Miss Peregrine finisca presto e che il libro diventi un po' più movimentato. Emma mi è sempre più antipatica, non vuole ascoltare nessuno e vuole fare sempre di testa sua. Trovo interessante il nuovo potere di Jacob, spero gli possa essere d'aiuto anche se con il nuovo vacuo ha avuto qualche problema. E chissà chi è Sharon, personaggio ambiguo e molto strano, non riesco ad inquadrarlo.
    Comunque nel libro ci sono tanti punti oscuri che spero presto di capire, come la faccenda delle fiale.
    E poi devo dire che Devil's Acre mi ricorda Mordor, il potere di Jacob quello di Harry Potter e forse Sharon potrebbe rappresentare un mistero come Aragorn, che alla fine si scopre essere un re, anche se devo dire che Aragon era di tutt'altra pasta.

    RispondiElimina
  7. Eccomi, eccomi! Finalmente sono riuscita a reperire il libro.

    Allora. Devo dire che la prima parte mi ha annoiata un pochino. Spero proprio che trovino gli altri e ci sia un po' più di movimento, con un degno finale.
    Posso dire che mi dispiace per il Vacuo? Poverino :(
    Addison! Allora, nel libro precedente non mi stava molto simpatico, però qui mi è piaciuto di più. Spero che riesca a sopravvivere lì dentro!
    almeno vediamo che il potere di Jacob ha dei limiti, anche se è più forte. Non è diventato onnipotente all'improvviso xD Anche Sharon non è male, anche se io voglio vedergli la faccia!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Daniela, ammetto che se non ce l'avessi suggerito tu non avrei mai pensato di guardare sotto la sovracopertina!! ;-)
    Questo terzo libro è iniziato nel vivo degli inseguimenti e mi sta piacendo un sacco!!! Spero di entrare ancora di più in sintonia con i personaggi e la trama leggendo i prossimi capitoli!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè tu mi stai dicendo che leggi i libri lasciando la socracopertina??? Ahhhhhhhhhhhh
      Ahahahaha comunque felice di averti fatto scoprire quella chicca!

      Elimina