venerdì 8 agosto 2014

Chi ben comincia #47

Buongiorno miei cari, finalmente si parteeeeeeeeee!!!! Non so ancora quando, se oggi in giornata, stasera, stanotte, ahahahah Ma non sto più nella pelle, Puglia arriviamooooooooooo!!!!
Sono sommersa di roba da caricare in camper, ogni anno diciamo che dobbiamo portare poco ma ogni anno sembra sempre di più...come è possibile? ahahahahah 
Visto che il tempo è tiranno e le cose da fare sono ancora molte corro a finire di sistemare ma prima vi lascio con Chi ben comincia, rubrica ideata dalla cara  Alessia del blog Il profumo dei libri.
___________________________________________________

Oggi vi lascio l'incipit di un libro che spero di riuscire a leggere mentre sono in vacanza. Le figlie perdute della cina di Xinran, edito da Longanesi

REGOLE:

- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti


Waiter, la donna che attende, sono io. E' il nome che mi sono data quando ho perso mia figlia. Viene dall'inglese "to Wait", aspettare. Perchè io sono in attesa di un futuro che non arriverà mai.

Quando, nell'estate del 1997, dissi addio alla Cina e mi trasferii in Inghilterra, portai con me un fardello emotivo costituito da quarant'anni di difficoltà trascorsi nel mio paese. I miei beni materiali li infilai in una sola valigia. Andavo in una nazione di cui non sapevo niente, e nella mia nuova vita non portavo quasi nulla con me. Potevo selezionare e scegliere solo pochi pezzi di "casa", e questi non dovevano superare i venticinque chili concessi.
Oltre agli oggetti necessari alla vita quotidiana, che non ho mai posseduto in grande quantità, c'erano altre cose alle quali ero particolarmente legata e che avevo accumulato nei vent'anni di vita adulta prima della mia partenza: soprattutto libri, pietre e alcune audiocassette. Quegli oggetti mi avevano fatto diventare quella che ero, sia come donna si come madre, e la storia della "prima madre" deve cominciare proprio con il mio viaggio...
___________________________________________________

Un libro che come prevedevo mi farà riflettere, e forse soffrire.
Già queste poche righe riescono a toccarmi nel profondo. Il fatto che la scrittrice sia una giornalista, ma abbia vissuto sulla sua pelle  la storia delle tante donne che ci farà conoscere, accresce sicuramente la profondità delle sue parole.
Già solo il soprannome che si è data e la spiegazione per quella scelta mi ha molto colpita.
E poi il viaggio. Scegliere cosa portarsi via tra le cose di una vita intera, facendo attenzione che queste non superino il peso consentito da un volo aereo... atroce se lo chiedessero a me! Non vedo l'ora di continuare a leggere.
Voi cos a ne dite? Vi ispira questa lettura?
Buon week end e buon viaggio a meeeeeeeeeee!!!! ;)

10 commenti:

  1. Non solo ti auguro buone letture e buone vacanze. Ti auguro uno stupendo soggiorno nella mia terra. La Puglia verde-azzurra da cui, proprio per le vacanze, mi separo stasera. Te la affido con gioia, sperando che l'accoglienza sia all'altezza delle aspettative!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Prendo le consegne con onore! Te la tratterò bene! L'accoglienza sarà sicuramente delle migliori, ci siamo già stati parecchie volte anni fa! Ritorniamo dopo tanto tempo sicuri che niente sarà cambiato! Buone vacanze anche a te! Dove vai di bello?

      Elimina
  2. Non lo conoscevo proprio!!
    Buone vacanze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è stata una scoperta improvvisa grazie alle offerte lampo di Amazon!
      Grazie, buone vacanze anche a te!

      Elimina
  3. Buone vacanzeee!!!
    Se posso, dove te ne vai di bello?? Io sono una pugliese doc, quindi complimenti per la meta ^w^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeee! Faremo il giro da Margherita in Savoia in giù certi che questo nostro ritorno in Puglia dopo anni ci appassionerà come le volte precedenti! Ora siamo in viaggio, partiti da poco più di un'ora... Per questa sera ci accontenteremmo di arrivare nelle Marche senza trovare il delirio! :-)

      Elimina
  4. Buone vacanze Dani!!!! Hai scelto un libro davvero profondo,ne parleremo al tuo rientro così mi dici se ti è piaciuto! Un abbraccio da Positano ;) baciotti Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria! Avevo perso questo commento...rispondo lo stesso anche se ormai le vacanze sono un ricordo!!! ;)
      Non ho ancora letto questo libro...

      Elimina
  5. Bellissimo il primo pezzo... la donna che attende, che profondità in poche parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Michy! Molto profondo come inizio!

      Elimina