lunedì 27 aprile 2015

Recensione #57 - Il chirurgo di Tess Gerritsen

Buongiorno amici e buon lunedì! Come va la ripresa? Io il lunedì sono sempre un bradipo, poi andando avanti con la settimana miglioro. Spero questa settimana di riuscire ad essere più presente qui sul blog anche se, essendo settimana lavorativa corta, si prospetta molto impegnativa, quindi mi scuso in anticipo se dovessi essere un po' assente.
Ma oggi sono qui e per cominciare bene la settimana vi lascio con una recensione, quella del libro Il chirurgo di Tess Gerritsen, edito da Tea catologo Longanesi, 347 pagine.

Trama: A Boston vengono scoperti i cadaveri di due giovani donne orrendamente mutilate. Scattano immediatamente le indagini, affidate alla detective Jane Rizzoli, donna determinata e tenace, ma frustrata per le discriminazioni di cui è oggetto nell'ambiente lavorativo. Jane individua ben presto un nesso tra l'orripilante rituale del serial killer, denominato "il chirurgo" per la sua conoscenza delle tecniche operatorie, e quello di un assassino che anni prima, a Savannah, aveva violentato, seviziato e ucciso diverse donne. Jane scopre anche che l'ultima vittima del killer di Savannah è riuscita a sfuggirgli e a ucciderlo e che, dopo il fatto, si è trasferita proprio a Boston, dove lavora come chirurgo.

Ho conosciuto questa autrice al contrario, comprando per sbaglio qualche mese fa, un'edizione economica del suo ultimo libro e non sapendo assolutamente che fosse parte di una serie. Il libro in questione era L'ultima vittima di cui potete trovare la recensione qui.
Leggendo quel libro mi sono resa conto che un'amante di thriller come me non poteva assolutamente farsi scappare le altre opere di questa fantastica scrittrice quindi ho rimediato ed ho acquistato Il chirurgo di cui vi avevo anche lasciato l'incipit qui.
Il chirurgo è il primo della serie dedicata a Jane Rizzoli e Maura Isles, di cui  - ho scoperto solo da poco - esiste una serie tv trasmessa - e molto seguita - anche qui in Italia.
Il chirurgo è un serial killer freddo, lucido e spietato il cui soprannome deriva dalla dalla sua grande capacità di utilizzare difficili tecniche operatorie. I suoi primi omicidi erano avvenuti a Savannah: tutte donne violentate, seviziate e uccise senza pietà. Solo una di loro era riuscita a sfuggirgli ed ora quella donna abita proprio a Boston dove il chirurgo sembra tornare a farsi vivo dopo anni di inattività. Della squadra investigativa fa parte Jane Rizzoli, una detective donna entrata da poco a far parte della squadra di Boston, formata da soli uomini, alcuni dei quali assolutamente poco disposti a collaborare con l'altro sesso.
Assisteremo quindi, oltre alle indagini legate alla ricerca del killer, anche all'evoluzione del personaggio Jane che sarà la protagonista dei prossimi libri della serie. Apparentemente risoluta ma interiormente molto fragile Jane dovrà inoltre fare i conti con una famiglia che, così come i suoi colleghi, sminuisce il suo lavoro in quanto donna.
Con uno stile assolutamente coinvolgente ed una grande capacità di descrivere i personaggi coinvolti e la loro psicologia, la Gerritsen ci farà assistere a degli avvenimenti spietati rendendocene schiavi. Conosceremo da vicino i pensieri del chirurgo, che ci parla in prima persona, sporadicamente tra un capitolo e l'altro, rendendoci partecipi della sua follia.
L'autrice si conferma, per quanto mi riguarda, una grande scrittrice di thriller, complice una professione medica che si percepisce in ogni pagina del libro. La sua narrazione è precisa, diretta, cruda in alcuni punti ma mai eccessiva. Senza rendercene conto saremo catapultati sulla scena del crimine e ci arrovelleremo per capire chi sia il chirurgo e quale sia il suo scopo. Una lettura che non lascerà deluso il lettore amante del genere, che troverà il giusto mistero, la giusta dose di sangue ed una grande capacità di ponderare i colpi di scena in modo molto credibile.
Ora non mi resta che continuare a leggere questa serie che trovo incredibilemente affascinante e coinvolgente.
Qualcuno di voi lo ha letto? Avete mai sentito nominare questa autrice? Aspetto le vostre impressioni.

VOTO:  


15 commenti:

  1. Cavoli, volevo già dirtelo che c'era la serie tv, poi mi sono distratta e l'ho dimenticato... ma l'hai scoperto da sola :-) non ho mai letto nulla di quest'autrice, questo è il primo quindi mi sa che me lo procurerò presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia! Se il genere ti piace te lo consiglio proprio!!! ;)

      Elimina
  2. Vedo che su questo romanzo concordiamo! Un thriller davvero avvincente e inquietante. Anch'io voglio proprio leggere i successivi, sono molto curioso.

    RispondiElimina
  3. Adoro la serie televisiva è da tempo ho intenzione di leggere i libri :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Daniela! Della Gerritsen ho letto fino al quarto della serie, poi ho perso l'interesse e l'ho abbandonata, però i primi due volumi sono i miei preferiti! Dei thriller ben scritti e quasi perfetti secondo me :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. S volte purtroppo capita quando le serie sono troppo lunghe di stancarsi soprattutto quando le si legge man mano e magari bisogna attendere mesi se non anni tra un libro e l'altro. Ti saprò dire, magari succederà anche a me...di certo non li voglio leggere tutti in fila, ho bisogno di spezzare!! ;)
      Però concordo con la quasi perfezione e mi stupisce che questa autrice in Italia sia così poco considerata!

      Elimina
  5. Ho da poco acquistato questo libro, prima di arrivare a questo però avrei in programma di leggerne un altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto moltissimo! L'unica cosa che ti chiedo quando lo leggerai è di non fare spoiler svelando particolari che possano far perdere il gusto della lettura a chi magari non lo conosce ancora!!! ;)

      Elimina
    2. ah beh si, pure questo è vero. Comunque ora sto leggendo "Resti umani" di Kathy Reichs, indi per cui per un pò me ne starò buono.

      Elimina