lunedì 14 agosto 2017

Recensione #203 - Lezioni di morte di Tess Gerritsen

Buongiorno carissimi, giornata speciale per me quest'oggi visto che per l'ultima volta festeggerò un compleanno all'interno della trentina... Eh già, oggi sono già 39.
Se mi guardo indietro non so proprio come io sia arrivata velocemente a questo spaventoso numero ma tant'è, si invecchia, nonostante io mi senta ancora una quindicenne! ;)
Ma torniamo al blog e alle recensioni arretrate che, grazie alla programmazione estiva, sto recuperando. Oggi vi lascio il mio pensiero sul secondo volume della serie dedicata a Jane Rizzoli e Maura Isles - di cui sicuramente molti di voi conosceranno la serie TV - intitolato Lezioni di morte, scritto da Tess Gerritsen, edito da TEA da catalogo Longanesi, pag. 341.

Sinossi: Jane Rizzoli, detective della polizia di Boston, pensa di aver vinto la sua battaglia più difficile: il serial killer soprannominato "il Chirurgo" è in prigione e non potrà più nuocere. Ma si sbaglia. Viene, infatti, convocata per investigare su una nuova serie di orribili delitti. Le vittime sono sempre due, di solito una giovane coppia, massacrata seguendo un unico, macabro rituale. Gli indizi avvicinerebbero la tecnica del nuovo maniaco a quella del Chirurgo. Ma come è possibile se questi è in prigione? Forse un mitomane che imita le gesta del suo folle modello? Forse dietro tutto c'è un segreto ancora più orribile, una verità che l'FBI vuol nascondere a tutti i costi...

Come dicevo, secondo capitolo della serie thriller dedicata al detective Jane Rizzoli ed al medico legale Maura Isles. 
E ci tengo a dirlo subito... La Gerritsen non delude. Il suo stile è sempre incalzante, ricco di azione e particolarmente crudo; l'ideale per chi ogni tanto, come me, ha bisogno di letture forti ed adrenalitiche. 
La storia è ambientata a Boston, è passato un anno da quando "Il chirurgo" ha quasi ucciso Jane e per lei voltare pagina non è per niente facile. Come se non bastasse deve sempre fare i conti con un mondo lavorativo in cui una donna è costantemente tenuta a dimostrare il doppio di un uomo per essere presa sul serio.
Anche dal punto di vista familiare la situazione non va molto meglio: sua madre da sempre sottovaluta il suo ruolo lavorativo e mette invece su un piedistallo il fratello marine. Insomma, niente nella vita di Jane è semplice ed in questo quadro un nuovo killer sembra volerle fare passare notti insonni; un killer che sorprende coppie sposate nel cuore della notte, uccide l'uomo e rapisce la donna per poi farne ritrovare i resti.
Da subito alcuni particolari sembrano ricordare le imprese del chirurgo e da subito la lotta contro il tempo appare serrata e necessaria, soprattutto quando, in maniera del tutto inaspettata, l'FBI inizia ad interessarsi al caso.
L'autrice ha una grande capacità narrativa e, grazie al suo lavoro di medico, ha una tale conoscenza dell'argomento che rende le descrizioni degli omicidi e delle indagini autoctone molto dettagliate e capaci di portare il lettore ad appassionarsi sempre di più alla storia.
I personaggi sono corposi, ben delineati, analizzati sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista personale e psicologico. Gli intrecci risultano ben costruiti ed il ritmo della storia non diminuisce mai ma, anzi, aumenta man mano che le indagini prendono corpo e la risoluzione del caso si avvicina.
Il bello di questa serie di libri è proprio, secondo me, vedere come evolvano  i personaggi e le loro vite, infatti la squadra investigativa resta la stessa ed i personaggi danno al lettore la sensazione di ritornare in un luogo sicuro, già conosciuto.
Di certo i libri della Gerritsen non sono adatti agli stomaci deboli perchè lei non lascia niente di non detto e non sorvola sui particolari, anche quelli più crudi ed inquietanti.
Ora sono veramente curiosa di sapere che cosa succederà nei prossimi capitoli che spero di riuscire a leggere un po' più velocemente di quanto non abbia fatto con i primi due.
Se amate il genere e non avete mai letto nulla di questa autrice non indugiate oltre e immergetevi tra le pagine di questa serie!

Libri precedenti della serie: Il chirurgo - Recensione qui.

VOTO: 



6 commenti:

  1. Auguri di cuore!! sei ancora una bimba!!
    un grosso abbraccio
    :*

    RispondiElimina
  2. Tanti tanti auguri!
    Un abbraccio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Auguri di nuovo anche qui (sono a casa finalmente!)! Devo assolutamente recuperare Lezioni di morte, Il chirurgo mi era piaciuto tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!
      Eh sì, devi proprio! Ed io devo continuare con la serie perchè la sto facendo aspettare troppo.

      Elimina